Pagine

martedì 1 maggio 2012

L'ignoto

mi sono svegliata  e mi sono chiesta chi sei
il tuo viso così caro
all'improvviso così estraneo
così lontano
la paura
l'improvviso desiderio di un sogno perduto
ma l'onda 
 si è  rituffata nel mare profondo
dell'infinito
lu

Nessun commento:

Posta un commento

sarà davvero un piacere se mi lasciate un vostro pensiero